Due modi di iniziare

Darren Aronofsky e Terrence Malick sono due registi ormai di culto che hanno sviscerato nelle loro opere l’animo umano, accostando a questo lato più spirituale una costruzione visiva e tecnica innegabili. Darren Aronofsky è partito dai registicamente più ricchi Pi Requiem for a dream per poi approdare ad una visione cinematografica molto più essenziale (ma non per questo meno ricercata o semplicistica, anzi) con The wrestlerThe black swan. Terrence Malick invece è innamorato della composizione delle immagini, è un pittore che gioca con la propria tela di celluloide dipingendo quadri in movimento in cui i protagonisti abitano, a volte ai margini, a volte più spiccatamente. Questo amore per la composizione diventa evidente poi nel suo ultimo lavoro, To the wonder, un film praticamente muto in cui sono proprio soltanto le stupende immagini a portare avanti la storia che il regista ci vuole raccontare.

Entrambi i registi si sono confrontati nella resa visiva della nascita dell’Universo e dell’evoluzione della vita sulla Terra: Aronofsky lo fa nel suo Noah, mentre Malick in The tree of life. I risultati ottenuti sono però nettamente diversi, sia per intenti che per resa stilistica.

Nel caso di Aronofsky la Creazione viene mostrata da un punto di vista estremamente religioso. Assistiamo al racconto biblico della Genesi accompagnato da immagini che sì, ci mostrano i vari stadi evolutivi in una sorta di time lapse che copre qualche miliardo di anni fino a giungere però ad un curioso stacco: il passaggio tra scimmia e uomo viene coperto da una luce accecante. Prima abbiamo una scimmia, dopo lo stacco abbiamo Adamo ed Eva. Il cosiddetto evoluzionismo creazionista, sorta di compromesso tra i due mondi, viene comunque oscurato.

Terrence Malick in The tree of life si prende invece i suoi tempi dedicando una lunghissima sequenza di oltre quattordici minuti in cui assistiamo attraverso stupende immagini alla nascita dell’Universo, alla formazione delle prime Galassie e alla formazione della Terra. Non siamo di fronte ad un time lapse, ma a salti temporali che ci mostrano i vari passaggi evolutivi e il continuo evolversi della vita sul nostro pianeta.

Le differenze di approccio dei due registi rendono la medesima storia raccontata in modo completamente diverso e, secondo me, anche con diverso successo. Laddove Malick centra appieno il bersaglio, Aronofsky fornisce invece una versione estremamente debole e deludente, scolastica. Non dobbiamo pensare che il problema sia un approccio maggiormente o meno religioso alla vicenda. Aronofsky ci fornisce una propria visione del racconto biblico della Genesi, mentre Malick mette in scena quello che è il sogno bagnato di ogni scienziato, ma ritenere quest’ultimo scollegato dalla visione spirituale del mondo sarebbe un errore. L’intero film (se non l’intera opera) di Malick tratta comunque del contrasto tra Scienza e Fede, tra Natura e Spirito. Lo stesso passaggio di The tree of life in cui il dinosauro risparmia la sua preda è una fortissima rappresentazione di pietas e quella che sarà poi la conclusione del film apre la porta ad interpretazioni religiose e spirituali. Laddove però Aronofsky è maggiormente legato ad un canone religioso, Malick osserva e ci racconta la vicenda da un punto di vista più filosofico e, paradossalmente, più laico.

La stessa potenza delle immagini e della colonna sonora sono agli antipodi nelle due scene: l’impressione che ci fornisce Aronosfsky è quella di assistere alla scena di un documentario della National Geographic, tanto affrettata e banale ci appare. Con Malick invece assistiamo ad una vera e propria opera d’arte, una attenta costruzione in cui il commento musicale, le location scelte, le implicazioni che il tutto si porta, accompagnano lo spettatore in questo viaggio reale e mistico al tempo stesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...