La perfezione in un trailer: The Raid 2

Robert Redford si sta godendo tutti gli apprezzamenti per la sua performance in All is lost e noi possiamo fare i cinici e ridere del fatto di come un attore possa essere apprezzato per la sua performance in un film in cui, in pratica, non dice una parola che sia una e in cui non interagisce con nessun altro che non sia sè stesso. Sinceramente, che clip mostri alla sua premiazione? Quale incredibile scena di dialogo puoi mostrare? Poi certo, facciamo meno i cinici e bisogna ammettere che reggere un intero film sulle proprie spalle non è facile e che fare in modo di mantenere desta l’attenzione dello spettatore a suon di primi piani intensi e silenzi non è il lavoro più semplice del mondo. CI sono esempi ottimi come il recentissimo Gravity e il Cast away di Zemeckis e altri che, semplicemente, no non se ne parla nemmeno. Sì, Will Smith, sto parlando con te, hai capito deh? I am legend merita di sparire nell’oblio, non vale un’unghia del Last man on Earth, girato decenni fa con un milionesimo del tuo budget.

Detto questo, sto parlando di Robert Redford in senso lato perchè da lui si passa alla sua creatura, il Sundance Film Festival che ogni anno regala tanti piaceri e tanti dolori e che oscilla sempre in bilico tra l’essere un Festival interessante in cui il cinema indipendente trova la sua voce e un Festival masturbatorio per hypster che vogliono tanto essere indipendenti ma che in realtà poi non hanno uno straccio di idea originale che sia una e che vogliono solo una occasione per farsi vedere da quelli che contano per entrare nel mondo mainstream più becero.

Dunque Redford, Sundance e quindi? Beh, il Sundance del 2012 verrà conosciuto come il Sundance più importante della Storia, vero punto di svolta della sua esistenza, in quanto presentò senza sapere nemmeno lui perchè The Raid: Redemption, ovvero altresì noto come “il film action che pone fine ad ogni film action”. Sono passati due anni e adesso il Sundance annuncia che presenterà il seguito di quel capolavoro assoluto, di quel Citizen Kane degli action che prende Citizen Kane e lo scaraventa di schiena sulla balaustra delle scale e gode del suono delle ossa che si rompono.

431800_477321242348239_303792333_n

Il primo film è talmente perfetto che immaginare il suo seguito fa tremare le gambe per il timore della delusione. Le aspettative sono alte, ma la realtà combatte e senti una voce dentro di te che dice: “Non sarà bello, non sarà bello, lascia stare, non rovinarti il ricordo di quel pezzo di storia del cinema.”

In ogni caso, il trailer che è stato da poco rilasciato è, da solo, il miglior film che ci si possa aspettare e Handel dovrebbe alzarsi dalla tomba e ringraziare chiunque abbia inserito la sua Sarabanda come colonna portante. Signori e signori, ecco a voi il trailer di The Raid 2: Berandal.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...