La DC ci prova

Sul serio, uno si sveglia la mattina e ha delle certezze. Ad esempio che la DC si stia impegnando davvero un mondo per sfruttare al meglio i due personaggi più famosi della sua scuderia: Batman e Superman. Del primo è riuscita nel miracolo di farci dimenticare quelle boiate di Batman Forever e Batman & Robin (Joel Schumacher, se odiavi tanto il pipistrello, chi te lo ha fatto fare di dirigerlo, eh? Due volte, poi), grazie a quel genio di Christopher Nolan. Anche se, bisogna ammetterlo, il terzo film presenta qualche imperfezione di troppo se paragonato ai primi due, ma ha comunque incassato una montagna di soldi e concluso più che dignitosamente una trilogia su cui all’inizio in pochi avrebbero scommesso ben poco.

Quindi, Batman era sistemato. Per Superman ci stava lavorando e sebbene l’ultimo Man of Steel fosse ben lontano dalla perfezione, siamo lontani anni luce dall’orrendo Superman IV e, con i suoi 650 milioni di dollari incassati nel mondo e con un po’ di buon lavoro, ci si poteva cavare un buon secondo film, in cui magari cercare un maggiore bilanciamento tra il realismo voluto da Nolan (in veste di produttore) e l’esasperazione visiva di Snyder. Niente che dei buoni sceneggiatori e un regista dalla mano ferma non potessero non sistemare.

Poi ecco che prima giunge la notizia che la DC vuole realizzare il crossover tra Batman e Superman. E già lì, un po’ ho arricciato il naso, perchè come detto Batman era buono ma in calando, Superman buono ancora non lo era ma era comunque in crescendo e quindi nella mia umile opinione c’era bisogno almeno di un film per l’eroe con le mutande sopra i pantaloni prima di giungere alla loro unione cinematografica. Ma vabbè, uno dice che quelli della DC non ammazzerebbero mai le loro galline dalle uova d’oro e che, comunque, con una buona scrittura e un buon casting ne poteva uscire qualcosa di buono.

Ecco: un buon casting. Come anche i morti sapranno, dopo il terzo film Christian Bale aveva dichiarato che non avrebbe voluto girare un quarto Batman, figuriamoci questo crossover. Di conseguenza uno si scervella dicendosi: devono sostituire Bale nella parte del Cavaliere Mascherato; Bale, dico, non un attore qualsiasi nascosto da una maschera, ma uno capace di prestazioni come in L’uomo senza sonno o in The Fighter, uno che ha interpretato la follia in American Psycho e che già da piccolo aveva fatto ottime cose con Spielberg. Quelli della DC si faranno il culo a strisce per trovare un altro buon attore che, anche se non a quel livello, comunque non sia molto al di sotto.

Ed è con queste convinzioni che uno va a letto la sera. Per poi svegliarsi la mattina e scoprire questo: http://www.ilpost.it/2013/08/23/ben-affleck-batman/. Ok, avete letto bene. Il nuovo Batman sarà Ben Affleck.

Quel Ben Affleck. Quello che dopo essere partito a mille con Good Will Hunting vincendo l’Oscar per la miglior sceneggiatura e dimostrando da subito di essere molto meglio dovunque, purchè non di fronte ad una cinepresa. Quello che ha recitato in Daredevil, film che ha fatto rimpiangere a molti spettatori di non essere loro i ciechi. Quello di Gigli, uno dei film peggiori della storia del cinema. Quello di Pearl Harbor.

Quello.

Immagine
Ragazzi, ma se tengo la barba di Argo posso dare più spessore al mio Batman?

E le tue certezze svaniscono, come lacrime nella pioggia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...